SMART WORKING finanziamenti – domande e documenti entro il 24 marzo

SMART WORKING finanziamenti – domande e documenti entro il 24 marzo

Vi informiamo, che  con la nostra partner Acof ( accreditata in regione lombardia) è possibile partecipare ad un bando della Regione Lombardia che consente di ricevere un voucher a fondo perduto per attività di consulenza rivolte all’implementazione dello SMART WORKING ed all’acquisto di componenti hardware e software per realizzarlo per le aziende che non lo abbiano ancora avviato o per quelle che lo hanno fatto dopo il 25 febbraio.

Prego in caso di interesse di scrivere subito a labornetworkcommunity@gmail.com.

 

Finalità dell’Avviso: promuovere modelli innovativi di organizzazione del lavoro per incrementare la produttività aziendale e il benessere di lavoratori e lavoratrici, e ad agevolare la conciliazione dei

tempi di vita e di lavoro, eliminando il vincolo del luogo ove deve essere svolta la prestazione e lasciando libertà di scelta al lavoratore.

 

Chi può partecipare: possono partecipare le aziende e altri soggetti, iscritti alla Camera di Commercio o in possesso di partita IVA, con almeno 3 dipendenti, che non siano già in possesso di un piano di smart working regolamentato o del relativo accordo aziendale. E’ possibile presentare un solo progetto per ogni azienda, il contributo verrà concesso in regime de minimis.

 

In cosa consiste il contributo: l’agevolazione è concessa a fondo perduto sotto forma di voucher aziendale da spendere presso operatori accreditati per la formazione e/o lavoro in Regione Lombardia per interventi di supporto all’adozione (Azione A) e all’attuazione (Azione B) del piano di smart working, articolati come segue:

  1. Supporto all’adozione del Piano di smart working:

– Attività preliminari all’adozione del piano di smart working

– Attività di formazione rivolta al management/middle management e agli smart worker

– Avvio e monitoraggio di un progetto pilota.

  1. Supporto all’attuazione del Piano di smart working:

– Acquisto di strumentazione tecnologica.

 

Per partecipare all’avviso è necessario:

Profilare l’azienda nel sito di Bandionline che avviene in due step:

  1. profilazione legale rappresentante (per poterlo fare è necessario compilare il documento dati per la registrazione in allegato) a registrazione avvenuta arriverà una mail all’indirizzo indicato nel file con le password di accesso che dovranno essere inviate alla mia attenzione e a quella di paola.grasselli@acof.it
  2. profilazione azienda a cura di Acof grazie alle password che avrete rigirato

Inviare i documenti in allegato come segue:

1) Compilare, stampare e far firmare (con firma olografa per ora) gli allegati 2 (de minimi, anche 2 b se azienda controllata) e 4 (antimafia), scansionandoli in pdf

2) Compilare in ogni sua parte il file (new) Preparazione_Allegato1.doc in maniera da avere tutte le informazioni necessarie alla compilazione della domanda

3) scansione della carta di identità del legale rappresentante e della carta del codice fiscale (CRS)

 

Sarà necessario ricevere tutti i documenti compilati entro martedi 24 marzo per poter poi profilare l’azienda ed inserire il progetto il 2 aprile nella piattaforma della Regione.

 

Entro 60 giorni la Regione darà il suo benestare ed entro 30 l’azienda dovrà accettare il contributo e di conseguenza avviare l’attività di consulenza che dovrà terminare entro 5 mesi dalla data di avvio.

Al termine del progetto l’azienda liquiderà l’ente formativo (Acof) e acquisterà i sistemi informativi mentre l’ente formativo liquiderà i consulenti. Entro 60 giorni dalla chiusura della rendicontazione l’azienda verrà rimborsata delle spese sostenute da parte della Regione.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.